partner tecnici

1.10.4 Mobilità delle competenze professionali

Ritratto di IFAC

La tecnologia contribuisce ad internazionalizzare le attività economiche, consentendo e favorendo l’amalgamadei dati e persino delle aziende da una parte all’altra dei confini nazionali. La consociata locale di un gruppo multinazionale potrebbe chiedere al vostro studio di effettuare una revisione legaledei conti, o di fornire consulenza fiscale in un campo che ha implicazioni internazionali anche per la controllante. All’estremo opposto, le piccole imprese specializzate si servono di Internet per vendere i loro prodotti e servizi in giro per il mondo. Una di queste aziende potrebbe presentarsi al vostro studio chiedendo assistenza sui prodotti per il pagamento sicuro (prodotti che vanno dai sistemi PayPal o equivalenti, ai finanziamenti al commercio erogati tramite una banca locale). Questo genere di cliente, a prescindere dalle sue dimensioni, ha bisogno di competenze in campi diversi: dal campo contabile, a quello dei protocolli di comunicazione, dal campo della gestione del rischio a quello dei meccanismi valutari, e così via. Poco importa se l’impresa vostra cliente e il suo contabile risiedono in una zona remota del paese o al centro di una grande città. Inoltre, ogni nazione risolve le proprie difficoltà in campo contabile in momenti diversi della sua storia e, mutatis mutandis, l’esperienza acquisita in un paese in merito ad una determinata problematica può essere trapiantata in un altro paese, ragionevolmente simile, trasferendovi alcune persone altamente qualificate. Avviene così che si è potuto usufruire della competenza ed esperienza acquisite da alcuni esperti contabili mediante trasferte o contratti di lavoro internazionali, utili per evitare ai paesi di destinazione le difficoltà incontrate dai paesi che hanno affrontato prima di loro le medesime questioni. Gli organismi professionali, a loro volta, sono costantemente alla ricerca di sistemi per consentire (o quanto meno per non impedire) la libera circolazione delle conoscenze e delle competenze, tramite il riconoscimento reciproco delle qualifiche rilasciate dagli altri paesi. In sintesi, fattori di natura professionale e di natura culturale convergono nel rendere la nostra una professione sempre più mobile.

Commenti

Aggiungi un commento