partner tecnici

5.11.2 Utilizzo e analisi dei dati

Ritratto di IFAC

Gli utenti dei dati in XBRL possono automatizzare la gestione delle informazioni, riducendo costi e tempi delle fasi di collazione e reinserimento dei dati. Il software può anche convalidare immediatamente i dati, evidenziando gli errori e i dati mancanti, che potranno essere immediatamente corretti e inseriti. Il software è inoltre un valido supporto per l’analisi, la selezione e l’elaborazione dei dati ai fini del loro riutilizzo. In questo modo l’attenzione dell’operatore potrà dedicarsi ad aspetti più sofisticati e a maggior valore aggiunto della fase di analisi, revisione, produzione di rapporti e dei processi decisionali. Gli analisti finanziari potranno così risparmiare tempo e fatica, semplificare le operazioni di selezione e raffronto dei dati e produrre così analisi aziendali più approfondite. Gli istituti di credito risparmieranno e ridurranno i tempi affidati necessari per la concessione di un affidamento. Gli enti di vigilanza e le agenzie governative potranno riunire, convalidare e controllare i dati con maggiore efficienza  e utilità di quanto non fosse possibile in passato. Tuttavia il linguaggio XBRL, per avere successo, dovrà essere adottato da sviluppatori di software, enti di vigilanza, banche e altri utenti di informazioni finanziarie, che dovranno modificare i propri sistemi al fine di poter creare o leggere i dati in linguaggio XBRL per poterli elaborare in modo “intelligente”. In molti paesi del mondo gli enti di vigilanza stanno adottando il linguaggio XBRL come standard per la trasmissione dei dati finanziari e molti sviluppatori implementano il linguaggio XBRL per consentire una facile creazione o importazione dei dati. Il linguaggio XBRL, tuttavia, pone ai revisori legali dei conti una sfida non trascurabile. Infatti, è ad essi che spetterà il compito di controllare tutte le voci di bilancio e confermare la scelta del termine attribuito in base alla tassonomia
XBRL. Qualora la società oggetto della revisione abbia creato i propri elementi di estensione, il revisore dovrà stabilire se si tratta di una modifica sostanziale. Le migliori prassi nel campo della revisione legale dei conti per l’utilizzo dei linguaggio XBRL sono ancora in via di definizione. Nel frattempo, qualora si dovesse effettuare una revisione di dati XBRL, sarebbe opportuno rivolgersi ad un consulente esperto. Molti enti di vigilanza, in vari paesi del mondo, hanno già adottato il linguaggio XBRL o stanno valutando questa opportunità. Una decisione in tal senso richiederebbe considerevoli adeguamenti del software. In molti paesi esistono organizzazioni XBRL che hanno lo scopo di promuovere l’adozione di questo linguaggio sul territorio nazionale. Un elenco di tali organizzazioni è reperibile all’indirizzo www.xbrl.org (sezione “Around the World”). Gli studi di piccole medie dimensioni dovranno tenersi al corrente delle novità intervenute a livello nazionale: man mano che le banche, gli enti di vigilanza e gli altri utenti delle informazioni finanziarie si muoveranno verso l’adozione del linguaggio XBRL, gli studi dovranno adeguare il proprio software per poter produrre i dati nel formato richiesto. A questo proposito, si consiglia di consultare i siti web delle organizzazioni XBRL a livello locale.

Commenti

Aggiungi un commento