partner tecnici

5.4.4 Strumenti multimediali, video sharing e piattaforme di giochi

Ritratto di IFAC

Per oltre cinquant’anni, le generazioni che si sono susseguite hanno imparato ad utilizzare le immagini, i video e la musica per assimilare informazioni e per comunicare. Grazie alla costante e crescente diffusione della banda larga, sono nati ambienti multimediali su web, ricchi di contenuti e video. Alcune piattaforme di gioco graficamente avanzate hanno creato degli ambienti on line in cui milioni di persone possono interagire e lavorare su progetti in maniera collaborativa. Alcune aziende vendono oggi licenze per utilizzare queste piattaforme per creare luoghi di lavoro virtuale in cui gruppi di persone lavorano insieme, indipendentemente dal luogo fisico in cui si trovano. I siti per la condivisione di video, come YouTube, consentono di caricare e condividere i video con grande semplicità. La tecnologia podcast consente di creare e condividere facilmente file audio. Gli studi di commercialisti spesso utilizzano per la preparazione del personale le risorse multimediali contenute in programmi di formazione residenti su web. È soltanto una questione di tempo, ma è certo che prima o poi le tecnologie multimediali cambieranno il modo in cui anche gli studi di medie e piccole dimensioni interagiscono con la propria clientela. Molti di essi si servono già oggi di presentazioni in forma grafica per illustrare più facilmente ai propri clienti l’andamento economico della loro azienda, ma sono ancora pochi quelli che sperimentano l’impiego di video e di podcast per fornire informazioni sulla gestione aziendale e sulle più recenti novità legislative.

Commenti

Aggiungi un commento

Guida alla Gestione dello Studio