partner tecnici

7.5.3 I principi generali del controllo di qualità

Ritratto di IFAC

I sistemi di controllo della qualità per gli studi di dottori commercialisti ed esperti contabili si basano sostanzialmente sul principio ISQC 1. In base a questo principio, un sistema di controllo della qualità deve essere costituito da un insieme di politiche e di procedure volte a conseguire due obiettivi. Si deve infatti avere la ragionevole sicurezza che:

  • lo studio e il suo personale operano in conformità ai principi professionali, alla normativa e ai regolamenti applicabili;
  • le relazioni prodotte dallo studio o dal responsabile dell’incarico sono adeguate e idonee alle circostanze specifiche.

Il sistema di controllo della qualità deve includere politiche e procedure idonee relative alle seguenti aree di criticità:

  • le responsabilità della leadership per la qualità interna allo studio;
  • i principi deontologici;
  • l’accettazione ed il mantenimento del rapporto con il cliente o di specifici incarichi;
  • le risorse umane;
  • lo svolgimento dell’incarico;
  • il monitoraggio.

Le politiche e le procedure di controllo della qualità adottate devono essere documentate e comunicate a tutto il personale, essere descritte in modo dettagliato e delineare gli obiettivi che si propongono di conseguire. Andrebbe anche chiarito che ciascun membro dello staff è personalmente responsabile della qualità ed è tenuto a rispettare le politiche e le procedure dello studio. È importante che lo studio chieda allo staff di formulare un giudizio sui sistemi di controllo della qualità e, soprattutto, di esprimere eventuali dubbi e preoccupazioni a riguardo. La natura delle politiche e delle procedure che verranno adottate dai singoli studi professionali dipenderà da un certo numero di fattori specifici, come le dimensioni e le caratteristiche operative. Per essere efficaci, non è necessario che tali politiche siano complesse o di lunga e difficile applicazione, ma è importante che siano predisposte in maniera tale da renderle pertinenti e proporzionate alle attività dello studio.

Commenti

Aggiungi un commento